CUCINA MODERNA PROFESSIONALE: MODA O NECESSITA’? (II)

Accessori professionali e performance ad alto livello sono oggi ricercatissimi anche per le cucine moderne in ambiente domestico. Per questo motivo molti nuovi elettrodomestici hanno ora caratteristiche un tempo pensate solo per le macchine destinate alla ristorazione.

Ma attenzione: il design accattivante e l’impressione di poter realizzare con successo le preparazioni più difficili possono indurre ad acquisti sproporzionati rispetto alle reali esigenze.

Maggiori potenza, precisione, velocità e praticità, unite a grande capacità di conservazione saranno veramente utili infatti a chi:

– fa un uso intensivo dei mobili della cucina;

– prepara spesso pasti abbondanti per più persone;

– è un curioso culinario, e ama sperimentare nuove tecniche di cottura;

– divide di norma la cucina con altri cuochi;

Soprattutto in quest’ultimo caso, come succede nei ristoranti, si può anche pensare ad un’organizzazione degli spazi opposta al tradizionale “triangolo”: zone di lavoro destinate a compiti differenti, moltiplicazione delle risorse d’acqua e delle superfici, e distanziamento delle zone cottura (piano cottura e forno separati).

Piani cottura

Quelli utilizzati dai cuochi professionisti sviluppano molto calore e lo erogano con precisione, perché molte cotture esigono una temperatura costante. L’alimentazione a gas è quella che si presta meglio.

Molto utile è il bruciatore a tripla corona con doppi comandi (ossia con la possibilità di accendere separatamente la corona centrale o quelle esterne) che distribuisce meglio la fiamma e limita i tempi del riscaldamento.

Le griglie sono robuste e molto stabili. Le migliori sono continue, meglio ancora se a filo con il top, così da poter semplicemente trascinare le pentole sui fuochi, invece di sollevarle.

Se non cucini spesso per molte persone, ampiezza del piano e numero dei fuochi non sono necessariamente una priorità.

Forni