CROMOTERAPIA IN CUCINA?

Si puo’ parlare di cromoterapia all’interno dell’ambiente cucina? Forse il termine è un po’ altisonante, ma i colori ci influenzano, soprattutto se presenti in maniera evidente negli ambienti più frequentati della casa come la cucina. Lo stile minimalista iniziato negli anni ’90 ancora imperversa nelle tendenze d’arredo, tuttavia stanno emergendo sempre di piu’ il gusto per la ricerca cromatica e il desiderio di colori e luce.

Come scegliere i colori da portare in cucina?

Se in altri articoli di questo portale abbiamo affrontato l’argomento dal punto di vista degli abbinamenti e delle tendenze d’arredo, questa volta vogliamo proporre un approccio diverso, partendo dalle indicazioni che la cromoterapia dà sui colori e associando, al colore della cucina, alcuni oggetti d’arredo particolarmente colorati.

Il rosso, il rubino

Il rosso è il calore della passione, dell’iniziazione attraverso il fuoco, è il colore che stimola la vitalità ma anche la rabbia, vivifica l’energia vittale, spinge al cambiamento, nutre l’ambizione. E’ legato alla Terra, la sua passionilità spinge da un lato al coraggio e a intraprendere nuove imprese, dall’altro aumenta l’irascibilità e puo’ scatenare scontri. Rispetto al fisico si dice (www.lumanti.com/color.html) che stimoli la circolazione, aiuti al cicatrizzazone di ferite o cicatrici, rafforzi i reni, il cuore, il polmone e le ossa. Il rosso rubino invece è piu’ legato all’introspezione, alla ricerca dei propri desideri interiori, alla scoperta della propria missione nella vita. In cucina entrambi questi colori possono essere scelti per colorare le ante di una parte o dell’intera cucina. Nell’esempio che vedete nella foto (“Crystal” di Scavolini), il rosso viene esaltato dalla luminosità delle ante interamente in vetro. Oppure, per chi ama osare, c’è sempre il rosso brillante delle ante laccate lucide.

L’azzurro, il turchese, il blu

Il blu è il colore della calma, della tranquillità interiore, è una tonalità rilassante che favorisce il benessere mentale e fisico, porta alla stabilità, all’unità e favorisce la capacità decisionale. Blu possono essere le ante della cucina, oppure alcuni oggetti d’arredo. Di sicuro effetto è il tappeto firmato da Karim Rashid (nella foto) che puo’ anche essere appeso come arazzo.

Il verde

E’ il colore piu’ diffuso in natura ed ha un effetto calmante. E’ legato all’idea di prosperità, di nascita e rinascita, di salute e di guarigione. Favorisce la creatività, la curiosità e le relazioni interpersonali. In cucina, se non ve la sentite di scegliere un verde acceso e brillante per i mobili, potreste optare per alcuni oggetti luminosi, appositamente studiati per creare particolari atmosfere cromatiche. Si tratta di bellissimi pannelli da appendere al muro, capaci di colorarsi con varie tonalità di colore appositamente studiate seguendo le indicazioni della cromoterapia. I pannelli sono delle verie e proprie “tele” hi-tech, pezzi d’arredo in grado di adattarsi perfettamente allo stile e ai colori dell’ambiente. I pannelli sonos tati brevettati da Snowlab nel 2002

Il giallo

E’ il colore dell’attività mentale, dell’apprendimento, dell’intelletto e della conoscenza. Aiuta la concentrazione e il suo colore solare porta calore e buonumore. E’ un colore che non dovrebbe mancare in cucina e lo si puo’ inserire con alcuni bellissimi tappeti, sempre di Karim Rashid, linea KSG, (anche appendibili a muro). Un’altra possibile alternativa è data ancora dai pannelli di Snowlab con affascinanti combinazioni di aranci e di gialli. Non è da escludere il giallo per i mobili della cucina, o per parte di essi.

LINKS CONSIGLIATI: