CUCINARE NEL FUTURO

A giugno avevamo dato notizia del concorso “Nuove soluzioni per la conservazione e la preparazione dei cibi nel 2016” ed ora sono usciti i nomi dei vincitori.

Metin Kaplan si è aggiudicato il primo premio della quarta edizione del Design Lab di Electrolux.

Il Laboratorio di disegno di Electrolux è un luogo in cui si svolge una concorrenza annuale di disegno che è aperta agli allievi ed è incentrata sulla creatività per sviluppare soluzioni che soddisfino le esigenze dei consumatori di domani. È inoltre un’occasione affinchè gli allievi possano scambiarsi idee e scoprire nuove possibilità in collaborazione coi progettisti di Electrolux.

Primo premio

Lo studente turco Metin Kaplan (dell’Università tecnica di Costantinopoli) ha interpretato in modo semplice, ma estremamente innovativo il tema del concorso sui nuovi sistemi di conservazione e modalità di preparazione dei cibi che promuovano sane abitudini alimentari per il consumatore del 2016.

Il progetto premiato si chiama “Nevale”: è un contenitore a più strati che permette a chiunque di trasportare con sè, ovunque, e di conservare cibi freddi e/o caldi preparati a casa, per usufruirne quando vuole.

Cotture avveniristiche

Il secondo premio è stato dato a “Organic Cook” di Brian Law Chuan Chai (Singapore). Si tratta di un apparecchio da tavolo che combina la cottura sottovuoto e quella a raggi infrarossi. Gli alimenti vengono cucinati quindi utilizzando l’energia radiante e le onde elettromagnetiche ad alta frequenza, senza dover aggiungere condimenti.

Infine il terzo classificato è il messicano Eduardo Altamirano Segovia (Messico). Il suo progetto “Vessto” è un piano cottura avveniristico, portatile e funzionante ad energia rinnovabile e basato sul motore Stirling, sviluppato da Robert Stirling nel 1816 e utilizzato nei sottomarini Usa. Il prodotto ha una batteria incorporata per raggiungere una determinata temperatura e un motore a gas che funzionano indipendentemente. Inoltre include un pannello di controllo che è controllato tramite un display touch screen, mentre le informazioni sulla cottura possono essere scaricate dal web.

Autore: Matilde Bonatti